Brucia la foresta dell'Amazzonia e i governi ignorano il disastro

Incendio Foresta AmazzonicaGreenpeace lancia l'allarme sulla foresta Amazzonica. Attraverso un sofisticato sistema di webcams - riferisce l'associazione - è possibile osservare i numerosissimi incendi che stanno colpendo in questo periodo il polmone verde. Gli attivisti affronteranno le fiamme per evitare come ogni anno che, durante la stagione secca, ampi tratti di foresta Amazzonica intatta vadano in fumo a causa degli incendi forestali.

L'area più colpita da questo fenomeno, precisa Greenpeace, è la foresta nazionale di Jamanxim, 1,3 milioni di ettari di superficie protetta. In quest'area le uniche attività consentite dalla legge sono l'uso responsabile delle risorse naturali attraverso attività di gestione forestale sostenibile.

Eppure nel solo mese di agosto sono stati registrati a Jamanxin 111 incendi di varia entità. Purtroppo tutti questi incendi, affermano gli ambientalisti, sono provocati dall'uomo e non sono pertanto di origine spontanea.

Un tratto di foresta bruciata, infatti, diventa una superficie disponibile per l'allevamento bovino. Il problema - commenta Chiara Campione, responsabile della campagna Foreste di Greenpeace - assume proporzioni devastanti, ancor più se si pensa che i governi sembrano ignorare questo disastro ambientale. La deforestazione a livello globale , secondo gli ambientalisti, è responsabile del 20% delle emissioni di gas serra. Nel solo Brasile il 75% delle emissioni del paese sono causate dalla deforestazione del polmone amazzonico.

Via | Ilmessaggero.it
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail