Pesci bolliti dalla centrale nucleare


Avevano ragione gli ecologisti: ogni anno più di un miliardo di pesci del fiume Hudson vengono risucchiati dal sistema di raffreddamento della centrale nucleare di Indian Point. E' questo il risultato di un rapporto appena pubblicato dell'ente ambientale dello stato di New York (DEC) che mette la parola fine allo scontro tra l'associazione no-profit Riverkeeper e la Entergy, proprietaria della centrale.

La Entergy ha sempre sostenuto che il sistema di raffreddamento non aveva nessun effetto sui pesci del fiume Hudson. "Per più di dieci anni - ha detto Robert Goldstein, l'avvocato di Riverkeeper - la Entergy ha mantenuto questa posizione assurda, fino ad oggi che la DEC l'ha pienamente sconfessata in maniera ufficiale."

Negli Stati Uniti 40 centrali atomiche statunitensi su 104 si avvalgono delle torri di raffreddamento per il riciclaggio dell'acqua, evitando danni all'ambiente. Le altre 64, come Indian Point, si avvalgono di acqua fluviale per evitare di spendere nella costruzione delle torri, causando la moria dei pesci. A maggio, la Riverkeeper ha commissionato uno studio parallelo a quello del DEC, da cui si rileva che nell'Hudson, dopo 35 anni dalla costruzione della centrale, dieci specie ittiche su tredici sono in via di estinzione.

Via | America Oggi
Foto | Tony the misfit

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina: