Barriere coralline a rischio per l'acidità delle acqua

Coral Reef

Spettacoli della natura creati con il passare del tempo, i coralli sono tanto colorati quanto a rischio d'estinzione per l'acidità delle acque: questo è quanto emerge dalla Dichiarazione di Honululu della settimana scorsa. Dopo il problema del riscladamento terrestre i delicatissimi ecosistemi delle barriere coralline, già ampiamente devastati dall'uomo, stanno morendo perchè cambiano le caratteristiche del loro habitat naturale.

La composizione dell'acqua degli oceani sta cambiando troppo velocemente a causa dell'eccessivo diossido di carbonio presente nell'atmosfera e i coralli, sentinelle dell'ecosistema sono i primi ad avvertirci del problema. Negli ultimi due secoli gli oceani hanno inghiottito qualcosa come 525 mila miliardi di tonnellate di carbonio, che combinate con l'aumento delle temperature hanno comportato seri cambiamenti per l'acqua.

L'acidità corrode le formazioni di coralli e ne pregiudica l'esistenza. L'obiettivo di lungo periodo per salvaguardarli è quindi stabilizzare le emissioni e ridurle costantemente mentre nel breve/brevissimo trovare e alimentare i coralli più resistenti per permetterne la sopravvivenza.

Le barriere coralline sono da preservare non solo per i loro "abitanti": non dimentichiamoci che svolgono un servizio di protezione costiera dalle onde e dalle tempeste, forniscono cibo, materie prime per i prodotti farmaceutici e considerevoli opportunità di lavoro per le popolazioni locali.

Via | Enn

  • shares
  • Mail