La scuola eco-sostenibile

ScuolaNonostante il momento di disorientamento della scuola legato alle nuove regole indicate dal Ministero della Pubblica Istruzione, giungono notizie positive dal mondo dell'insegnamento. Mi è sembrato interessante riportare una notizia che arriva dal comune di Gorgonzola, il quale ha portato avanti un programma di risparmio energetico intitolato "Scuola Sostenibile".

Nella scuola pubblica della città sono state coinvolte le 17 classi (oltre 400 bambini), tutti gli insegnanti e il personale non docente per un progetto che è una sorta di “certificazione ambientale” dell'istituto scolastico. Lo scopo è stato quello di individuare una serie di parametri e di azioni applicabili ad istituti scolastici che permettano di arrivare ad ottenere un marchio di “scuola sostenibile”.

Per ottenere questo tipo di certificazione è stato innanzitutto necessario effettuare un'analisi ambientale iniziale che verificasse lo stato della struttura e dei comportamenti nei confronti dell’ambiente nella scuola. Altre prerogative importanti sono state quelle di definire una serie di comportamenti individuali e collettivi che permettessero di apportare modifiche significative a livello ambientale.

Attraverso degli incontri di educazione ambientale sono stati coinvolti gli utenti dell’istituto scolastico (alunni, insegnanti e genitori) per la diminuzione diretta delle fonti primarie di inquinamento, con azioni concrete, partendo da piccole attenzioni quotidiane nelle classi e nel proprio nucleo familiare. Si è quindi arrivati alla creazione di un “decalogo” delle azioni sostenibili da adempiere quotidianamente.

L’Amministrazione Comunale, in collaborazione con la scuola, ha poi identificato una serie di interventi strutturali che sono stati attuati nell’edificio al fine di agevolare la riduzione dei consumi energetici della scuola stessa (pulsanti temporizzati nei rubinetti delle scuole, sensori sulle luci, contenitori per la raccolta differenziata in ogni classe, manopole di termoregolazione sui caloriferi, ecc).

Tale progetto ha permesso di tagliare gli sprechi e ridurre l’inquinamento oltre che permettere di risparmiare al comune e alla scuola qualche migliaio di euro. L'iniziativa è interessante pertanto auguriamoci che la sua applicazione venga estesa anche ad altre scuole in Italia.

Via | Decrescitafelice.it
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: