La Germania inaugura una centrale a carbone che sequestrerà le emissioni di CO2

Emissioni CO2"Lunga vita al carbone, ma non alle emissioni di CO2", questo potrebbe essere lo slogan del nuovo impianto pilota di cattura e stoccaggio di CO2 aperto a Stemberg (Germania) qualche giorno fa. Il progetto è della società svedese Vattenfall ed ha come obiettivo quello di ridurre le emissioni inquinanti di anidride carbonica utilizzando quello che, fra i combustibili fossili, è in assoluto il più inquinante.

La società svedese ha investito 70 milioni di euro per questo progetto pilota che ha avuto inizio nel 2006, ma che è diventato operativo qualche giorno fa. L'impianto ha una capacità di produzione di 30 megawatt. La società svedese prevede di prolungare questa fase di test sino al 2015, anno in cui, si stima che ci sarà l'avvio della diffusione di questa tecnologia. Se i risultati risponderanno alle attese, la società nordica ha già in programma la costruzione di altre due centrali elettriche in Germania e in Danimarca, con una potenza 10 volte superiore alla centrale in questione.

Come risaputo, l'anidride carbonica in questo tipo di impianti, a differenza di quanto accade nelle tradizionali centrali elettriche a carbone, non viene mandata in atmosfera. La CO2 dell'impianto tedesco nel corso della combustione viene separata, trasportata e immagazzinata permanente sotto terra a 600 metri di profondità. I "contenitori" sono alcuni depositi di gas naturale esauriti ad Altmark, nel nord della Germania.

La particolarità di questo tipo di impianti e che, anziché far avvenire la combustione con aria (come normalmente accade negli impianti dove non c'è il sequestro del gas di scarto), si utilizza ossigeno puro. Avvenuta la separazione è quindi possibile, utilizzando l'alta pressione, liquefare l'anidride carbonica. Gli esperti scientifici del progetto si dichiarano soddisfatti e mettono in risalto il fatto che finalmente si avrà a disposizione un laboratorio unico al mondo per esaminare in dettaglio lo stoccaggio di CO2 sotto terra e la sua interazione con la geosfera e biosfera.

Nonostante ciò, forti critiche arrivano dagli ambientalisti. Gli ecologisti tedeschi infatti non credono che l'applicabilità di questo progetto possa essere determinante come risoluzione al riscaldamento globale. La Federazione per l'Ambiente e la Protezione della Natura (BUND) accusa la società Vattenfall di utilizzare la lignite come tipo di carbone, una delle qualità di quest'ultimo energeticamente poco efficiente e di conseguenza particolarmente nociva per l'ambiente. La società viene inoltre accusata di aver aperto due nuove centrali elettriche convenzionali, ad Amburgo e Berlino, con elevato tasso di emissioni di gas a effetto serra.

Via | Ambientum.com
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: