La gara di veicoli ecologici in cui vince chi guida in modo più efficiente

Corsa autoProbabilmente lo spettacolo non sarà quello offerto dalla Formula Uno e i nomi dei piloti partecipanti non saranno altisonanti come quelli di Hamilton o Massa, ma senza dubbio non saranno questi aspetti a far perdere originalità alla manifestazione. Si sta infatti correndo in questi giorni una gara a tappe di automobili ecologiche tutta particolare. La corsa ha avuto inizio a Barcellona (Spagna) dove al via erano presenti 42 veicoli e, in una settimana, dopo aver percorso l'Europa occidentale, si concluderà a L'Aia (Olanda).

L'obiettivo è quello di completare il percorso con il minimo consumo di carburante possibile, riducendo pertanto al massimo le emissioni di gas dal tubo di scarico. Le vetture ammesse alla gara sono le 42 migliori che hanno superato una sorta di eco-test che ha attribuito un valore di rispettabilità ambientale a ciascun veicolo. Delle squadre presenti ognuna ha due piloti provenienti da 14 paesi diversi. Fra i partecipanti ci sono alcuni professionisti come insegnanti di guida efficiente, esperti di rally o semplici dilettanti.

Le vetture sono state suddivise in tre categorie: piccole, medie e grandi dimensioni. All'interno di questi gruppi sono presenti sia modelli a benzina che diesel. La prima tappa prevedeva Avignon (Francia) come punto di arrivo. La gara si svolgerà sino al giorno 19 settembre e, oltre Francia e Spagna, percorrerà nell'ordine Svizzera, Italia, Austria, Germania, Lussemburgo, Belgio e Olanda. Durante la settimana di competizione verranno percorse fra le 300 e le 400 miglia al giorno, con una sola fermata giornaliera per il rifornimento di carburante.

I vincitori di ciascuna tappa risulteranno quei piloti capaci di guidare nel modo più efficiente possibile. Il concorso è stato organizzato dal RACC, la Federazione automobilistica internazionale (FIA) e le principali case automobilistiche europee. L'obiettivo è quello di promuovere l'acquisto di veicoli più efficienti e diffondere tecniche di guida sostenibile, oltre non ultimo, incoraggiare l'industria automobilistica allo sviluppo di tecnologie più efficienti e meno inquinanti.

Via | Europapress.es
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: