Grandi città: si parte con i piani anti-smog autunnali

Traffico RomaLa fine dell'estate coincide con il ritorno massiccio delle automobili nelle più importanti città d'Italia e, come d'abitudine in questo periodo, si assiste alle prese di posizione delle amministrazioni comunali per porre rimedio al problema traffico. Vengono di seguito riportate le caratteristiche salienti delle normative in materia di traffico, già in vigore o previste, nelle città più popolose d'Italia. Obiettivo principale è quello di ridurre le polveri sottili, tasto dolente per le città italiane negli ultimi anni, che si ritrovano fuori dai limiti stabiliti dalle norme europee.

Torino: restrizioni alla circolazione a partire dal territorio comunale dove dalle 8.30 alle 19.30 non passano veicoli euro zero diesel e benzina ed euro 1 diesel oltre che nella ztl ambientale, dove non girano euro 1 e 2. Nella città c'è un progetto di van sharing, cioè la condivisione di veicoli commerciali. In primavera il sistema di accesso al centro sarà controllato da telecamere, verranno unificate le Ztl esistenti ed è prevista l'introduzione di una sorta di 'ecopass'.

Intanto, secondo i dati del sistema 5T (cioè tecnologie telematiche trasporti traffico Torino che via internet e cellulare informano ad esempio a che ora passa un mezzo o se un parcheggio è libero) tra 2006 e 2008, nella città, il traffico è diminuito del 9%;

Milano: nell'area Ecopass (attiva dalle 7,30 alle 19,30 dei giorni feriali) si è ridotto il traffico, commerciale e privato. In vista dell'Expo nei prossimi 7 anni si punta all'estensione della rete metropolitana dagli attuali 75 km con 88 stazioni a 142 km con 152 stazioni. Nell'attesa, è stato potenziato il trasporto di superficie su 40 linee con 1.300 corse in più.

E poi previsto l'aumento delle piste ciclabili (dagli attuali 72 km ai 147 previsti entro il 2011) e lo sviluppo di aree a pedonalità privilegiata. E' attivo il car sharing ed è previsto anche l' aumento del numero dei parcheggi di interscambio, dagli attuali 20 a circa 30. In programma anche un accordo con i tassisti per rinnovare il parco auto interamente composto da vetture ecologiche entro il 2014.

Bologna: il piano del traffico prevede sviluppo e potenziamento dei sistemi tecnologici (Its), investimenti nel trasporto pubblico, promozioni e incentivi carburanti meno inquinanti. Se si ha un Gpl, ad esempio, la sosta in parcheggio costa la metà e per un veicolo elettrico è gratis. Esiste poi un ticket di accesso alla Ztl per chi non necessita del permesso annuale e un servizio di car sharing. Si punta all'aumento delle aree a prevalente mobilità pedonale e ciclabile e l'obiettivo per il 2011 è il 10% della mobilità in bici;

Roma: a fine mese verrà presentato il piano antismog. Intanto si progettano alcune misure a breve termine. Si parte dal biodiesel gratuito per 3 mesi per i mezzi pubblici a maggiori controlli delle emissioni delle auto, fino agli incentivi per l'acquisto di auto ecologiche, gpl e metano. Già introdotta l'eco-sosta, cioè il parcheggio gratuito per le auto elettriche o ibride all'interno delle strisce normalmente a pagamento.

Si prevede poi l'installazione di 60 postazioni di ricarica elettrica nei distributori di benzina della Capitale e il potenziamento delle piste ciclabili, con 40 km in più, su un totale di circa 110 km. Si allargherà il servizio di bike sharing e si rafforzerà l'ufficio comunale che si occupa di inquinamento atmosferico. A lungo termine il piano è ambizioso, si punta infatti alla fluidificazione del traffico attraverso una diversa articolazione degli orari di lavoro e l'incentivazione dell'utilizzo del telelavoro.

Via | Ansa.it
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: