Le piante stressate producono da sé la loro aspirina

plantsSecondo quanto affermato dai ricercatori del Centro Nazionale per la ricerca atmosferica in Colorado, sembrerebbe che le piante poste di fronte a condizioni di stress come la siccità, producano una sostanza chimica paragonabile ad un'aspirina. Queste sostanze sono rilasciate sotto forma di gas per aumentare le difese biochimiche della pianta e secondo gli scienziati un controllo periodico di questo processo potrebbe aiutare gli agricoltori a prevenire eventuali danni alle colture.

In base a quanto affermato da Thomas Karl, uno dei ricercatori che ha guidato lo studio, la sostanza chimica rilasciata attiva la formazione di proteine che accrescono le difese biochimiche delle piante e ne riducono i possibili danni. Il salicilato di metile potrebbe agire come un "segnale" che permette agli agricoltori di intraprendere azioni contro i parassiti molto tempo prima: più velocemente si rileva cosa sta succedendo, tanto più velocemente si trarranno benefici, sia in termini di minor utilizzo di pesticidi che di una migliore gestione delle colture.

I ricercatori ritengono che le piante possano inviare questo segnale di pericolo tra di loro, aiutandosi l'un l'altra. Secondo le affermazioni del co-autore dello studio, Alex Guenther, questi risultati sono la prova tangibile che la comunicazione tra piante esista e che si verifichi a livello di ecosistema attraverso l'atmosfera.

Via | NewsBBC.co.uk
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: