Gli elefanti ‘telefonano’ ad amici e parenti

Un gruppo di ricercatori del Disney’s Animal Kingdom in Florida ha studiato per la prima volta in maniera sistematica alcuni borbottii emessi dagli elefanti. Sono chiamate in infrasuoni, non udibili dall’orecchio umano, con frequenze tra i 13 e i 35 Hz che possono essere trasmessi ed uditi ad oltre un miglio e mezzo di distanza.

La scoperta di questo scambio di informazioni tra membri di un branco aiuta a comprendere meglio il motivo per cui riescono sempre a ritrovare la loro strada verso casa . Si conosceva la loro capacità di osservare e di ‘odorare’ i propri compagni anche da lunghissime distanze. Tuttavia sembra proprio essere questo sistema di comunicazione a far sì che gli elefanti sappiano con estrema facilita’ identificare il luogo di origine e riconoscere gli altri membri del branco.

Gli studiosi hanno seguito per alcuni mesi , utilizzando il GPS, cinque maschi adulti applicando loro un registratore e hanno potuto verificare che come una persona risponde ad una chiamata in entrata sul proprio cellulare, così gli elefanti che ascoltano un borbottio in distanza sono stimolati a rispondere con un suono simile, e lo sono ancora di più se c’e’ una parentela o amicizia con chi chiama. E’ stato anche scoperto che in diversi casi gli elefanti volontariamente non rispondono ad alcune chiamate, forse provenienti da interlocutori non proprio benaccetti e gli studi futuri del team di ricercatori verteranno proprio nel cercare di capire perche’ gli elefanti non rispondono ad alcune ‘noiose’ chiamate …In attesa dell’esito della ricerca, chi puo’ biasimarli?

Foto|Flickr.com
Via|Dsc.discovery.com

  • shares
  • Mail