Italia ai primi posti in Europa per le certificazioni ambientali

Emissioni settore industrialeSappiamo tutti che l'Italia non è ai primi posti per quel che riguarda le classifiche relative al rispetto ambientale. L'affermazione fa riferimento in modo particolare alla percentuale particolarmente bassa di rinnovabili nel mix energetico del paese così come all'improbabile raggiungimento degli accordi di Kyoto.

Nonostante ciò arriva una notizia che va in controtendenza ed è curiosamente relativa al campo della sostenibilità ambientale: l'Italia è infatti ai primi posti in Europa per quel che riguarda il numero di certificazioni ambientali. Il nostro paese si colloca subito dopo Germania e Spagna, con 863 organizzazioni e 1.240 siti registrati Emas, il marchio europeo che sancisce la qualità ambientale di aziende ed enti pubblici.

Inoltre il nostro paese è al primo posto per numero di imprese con prodotti caratterizzati dal marchio Ecolabel (che verifica il ridotto impatto ambientale di un prodotto o servizio durante l'intero ciclo di vita), con 205 licenze rilasciate per un totale di 3.295 prodotti/servizi etichettati. Fra le regioni italiane è invece l'Emilia Romagna a fare la parte del leader di classifica.

La regione è prima per certificazioni Emas, con 163 organizzazioni registrate, seguita da Toscana e Lombardia, e terza per il marchio Ecolabel (dopo il Trentino Alto Adige e la Toscana) con 25 licenze rilasciate. Le certificazioni Iso 14001 (che attestano l'impegno nel minimizzare l'impatto ambientale di processi, prodotti e servizi) sono invece 12.393 in Italia e 1.085 sono state fatte in Emilia Romagna (dato che posiziona la regione al quarto posto in Italia dopo Lombardia, Piemonte e Campania).

La speranza è che questa buona notizia abbia davvero una ripercussione positiva sul miglioramento dell'efficienza energetica e sulla conseguente riduzione di emissioni nel nostro sistema industriale.

Via | Ambiente.it
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: