In Francia concluso un accordo per promuovere l'uso di auto elettriche su larga scala

Auto elettricaMentre l'Unione Europea discute se gli obiettivi di introduzione dei biocarburanti nella Comunità siano perseguibili o meno, c'è chi, fra i membri dell'Unione stessa, attua programmi di tutt'altra natura. E' il caso della Francia in cui si cominciano ad intravedere progetti davvero interessanti per quel che riguarda la diffusione dei veicoli come le auto elettriche. Électricité de France (Edf) ha infatti concluso due accordi (rispettivamente con la Renault e la Peugeot) per promuovere l'utilizzo di auto elettriche su larga scala.

L'obiettivo è quello di creare nel Paese d'Oltralpe un sistema di trasporto individuale elettrico, complementare a quello tradizionale, creando un'infrastruttura per la ricarica degli autoveicoli. Tale programma dovrebbe vedere la luce l'anno 2011 e, per fare in modo che il tutto non rimanga solo sulla carta, si studieranno le possibilità che permetteranno di creare una sorta di operatore di mobilità elettrica.

Il progetto prevede che "l'operatore gestore della elettricità di mobilità", dovrà fornire a tutti gli utenti una infrastruttura di ricarica elettrica e di gestione dell'autonomia del suo veicolo. Iniziativa interessante, che fa ben sperare per il futuro. Si intravede finalmente un progetto davvero serio? Sarà la volta buona che le tecnologie elettriche usciranno dalla loro eterna fase embrionale del laboratorio di ricerca?

Sicuramente le premesse ci sono, anche se, per avere risposte certe, dovremo seguire con attenzione l'evolversi dei fatti. Nonostante le schiarite all'orizzonte rimane però aperta la questione su come verrà prodotta quest'energia elettrica. Dal nucleare? Dal carbone? Da fonti rinnovabili? A queste domande ci auguriamo vengano date le migliori risposte possibili, mentre noi di Ecoblog (e non solo credo) seguiremo con un certo interesse l'evolversi dei fatti.

Via | Presse.edf.com
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: