Europa, il Consiglio rinnegherà Kyoto?

smog

Mentre Simone qualche post più sotto ci parlava della possibilità della crescita delle energie rinnovabili per contro bilanciare la crisi economica, in Europa si decideva per altre strade: secondo The Guardian, che è venuto a conoscenza della nuova strategia anti-Kyoto da documenti riservati, i 27 vorrebbero abbandonare gli impegni precedentemente presi e alzare così automaticamente le emissioni di CO2.

Il Consiglio si riunirà la prossima settimana e dai documenti in possesso di The Guardian risulta che l'obiettivo del 20% di riduzione delle emissioni che sarà innalzato al 30% entro il 2020, sarà abbandonato dalla Ue, attualmente alla ricerca di un nuovo processo legislativo che le consenta di non superare quel 20% così da procastinare il più a lungo possibile la successiva quota del 30%.

La Commissione giustifica la sua proposta dicendo che i paesi dell'Unione europea dovranno sostenere i tagli alle emissioni con 42 miliardi di euro fino al 2020 e per abbassare i costi proporranno anche una vendita all'asta delle quote di inquinamento per le Società che gestiscono l'energia elettrica il che potrebbe portare nelle casse circa 15 miliardi di euro.

I gruppi ambientalisti sono in allarme. Il timore è che, grazie alle nuove norme, in Gran Bretagna sarà possibile costruire centrali termoelettriche alimentate a carbone senza la paura di superare gli obiettivi di emissione giuridicamente vincolanti.

Ha detto Tom Picken, capo del clima internazionale di Friends of the Earth:

Con l'acquisto a buon mercato di progetti in paesi in via di sviluppo, l'UE potrà evitare di effettuare quelle trasformazioni necessarie alla nostra economia per evitare un pericoloso cambiamento climatico. Si invia un segnale sbagliato ai paesi in via di sviluppo facendo sembrare che questi non siano disposti ad adottare gli obiettivi di riduzione delle emissioni.

I primi segnali di questa politica anti-Kyoto sono emersi la scorsa settimana quando Polonia, Grecia, Ungheria, Slovacchia, Romania e Bulgaria si sono opposte all'intero pacchetto così come l'Italia che ha inviato il Ministro Ronchi a chiedere sconti.

Via | The Guardian
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: