Packaging alimentare: ma perché non usare anche oggetti utili?

Il miele in un vaso per i fiori

I colleghi di designerblog ci segnalano questo vasetto per il miele che una volta esaurita la sua funzione di contenitore può essere riusato come vaso per i fiori. Il tappo in sughero diventa invece il sottovaso.

Premesso che l'iniziativa è interessante e che il packaging per il miele in questone è proposto da The die line , ricordo che anche qui in Italia in molti hanno avuto il coraggio di promuovere un packaging utile e riusabile.

La prima a venirmi in mente è la crema al cioccolato e nocciole, vanto dell'italica produzione dolciaria in tutto il mondo, che se da un lato è accusata di usare olio di palma dall'altro propone la sua prelibatezza in bicchieri, brocche o maxi vasi da conserva in vetro. Questa estate, invece, ho acquistato in un autogrill mezzo chilo di orecchiette artigianali confezionate nella pentola di coccio.

Altre volte mi è capitato di acquistare il gelato in un contenitore che era in realtà un insalatiera di vetro, del prosciutto o delle olive verdi in contenitori per il frigo o lo yogurt in secchielli di plastica da 1 kg utili per congelare o per portare d'estate il cibo al mare.

Alcune di queste iniziative nascono spesso in piccole aziende locali che per lanciare i loro prodotti le abbinano a oggetti che ne invogliano l'acquisto. L'idea comunque di acquistare insieme ad un prodotto alimentare contenuto in un ogetto utile mi fa sempre molto piacere. Anche se di preferenza vorrei trovare più distributori automatici per cibo e detersivi.


Il packaging utile
Il packaging utile Il packaging utile

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: