Come costruire una casa e riscaldarla solo con una piccola stufa a pellet

Costruire la propria casa di 200 metri quadri, due piani, contando per il riscaldamento solo su una piccola stufa a legna? Non solo è il sogno di chiunque abbia un cuore verde, ma è anche il sogno di tutti coloro che desiderano giustamente risparmiare sulle bollette.

Ci è riuscito il geometra Gian Piero Marchiori, che racconta la sua esperienza a quotidianocasa.it.

Marchiori che non vive in un assolato paesino del sud ma in provincia di Padova, con una spesa di circa 100mila euro e 15 giorni di lavoro ha tirato su la sua casetta in legno, con struttura in ferro, che gli assicura caldo d'inverno e fresco d'estate.

L'unico "lusso" che si è concesso è dato dalla stufa a pellet e legno cippato, con boiler per l'acqua calda (d'estate ci pensa il pannello fotovoltaico) che con un sistema di ventilazione forzata riscalda tutti gli ambienti della casa.

Tra gli altri vantaggi raggiunti dal geometra Marchiori ci sono l'uso di acqua calda direttamente in lavatrice e in lavastoviglie; l'illuminazione del giardino ottenuta grazie a 2 pannelli fotovoltaici; una cisterna interrata per la raccolta di acqua piovana usata per innaffiare il giardino.

E così grazie ai piccoli accorgimenti fatti in fase di progettazione che Marchiori è riuscito ad ottenere una casa ad elevato risparmio energetico che di fatto si avvicina agli standard della Passivhaus.

Via | quotidianocasa

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina: