Centrale a carbone di Torre Valdaliga Nord, i comitati cittadini denunciano: manca l'AIA (Autorizzazione integrata ambientale)

Qualche giorno fa Greenpeace e i Comitati cittadini (Comitato dei Cittadini Liberi e Movimento No Coke Alto Lazio) hanno manifestato alla centrale di Torrevaldaliga contro l'uso del carbone e la politica del Governo in merito al pacchetto clima e al Protocollo di Kyoto.

E in quell'occasione i comitati cittadini e il delegato all’ambiente dell’Amministrazione Comunale di Ladispoli, hanno presentato un esposto indirizzato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Civitavecchia , al Prefetto di Roma e ai Ministeri dell'Ambiente, dello Sviluppo Economico, al Roan e al Noe in cui denunciano:

la centrale di Tvn è stata autorizzata dal decreto unico (55/2003) che non contiene in alcuna parte misure relative alla "fase di avvio” avvenuta lo scorso 26 giugno 2008.


In pratica i Comitati cittadini chiedono di verificare se all'avvio della Centrale di Torre Valdaliga Nord:

ricorrano ipotesi di reato o comunque violazioni di legge e, in caso affermativo, procedere all'emissione di provvedimenti anche di natura cautelare ed alla sospensione della fase di avvio della centrale di TVN, a tutela della salute della popolazione e dell'ambiente, per ripristinare la legalità eventualmente violata.

Intanto il Ministero dell'Ambiente (qui l'AIA - Autorizzazione integrata ambientale) ha iniziato:

il riesame del procedimento unico autorizzativo di Tvn in riferimento all'Aia, inserendo peraltro l’esposto firmato dai rappresentanti dei comitati cittadini e dal delegato all’Ambiente del Comune di Ladispoli tra le osservazioni pervenute.

poiché nel vecchio procedimento unico autorizzativo (55/2003) erano comprese le autorizzazioni tra cui l'AIA (Autorizzazione Integrata Ambientale), fino a che l'Italia non ha recepito la direttiva comunitaria 96/61/Ce, con il decreto 59/2005 per cui l'AIA diventa obbligatoria e va rivalutata non essendo più compresa nel decreto del 2003.

Via | Comunicato stampa, Unonotizie

  • shares
  • Mail