Geotermico: negli USA oltre 12 gigawatt entro il 2025

Centrale Geotermica vicino ReykjavikL'energia geotermica sembra finalmente iniziare ad ottenere l'attenzione che merita. Mentre rimane ancora una piccola percentuale nel complesso delle fonti energetiche rinnovabili della maggior parte delle nazioni, il potenziale geotermico in certe regioni del pianeta è enorme.

Negli ultimi mesi sia Google che il Dipartimento dell'Energia USA hanno impegnato risorse per ricavare ancora più energia geotermica da immettere in rete; in questi giorni il Dipartimento dell'Interno degli Stati Uniti, cui spetta il controllo e la conservazione della maggior parte delle terre appartenenti allo Stato, ha annunciato che aprirà una buona parte delle terre federali allo sviluppo geotermico.

Si parla di 190 milioni di acri, distribuiti su 11 stati, che saranno messi a disposizione. Il potenziale stimato totale di queste zone è di 5.540 megawatt, che potrebbero venire sfruttati per il 2015 e fornirebbero abbastanza energia per oltre 5 milioni di abitazioni. Secondo il Dipartimento dell'Interno, entro il 2025 questa stima potenziale potrebbe anche salire fino a 12.100 megawatt.

I soldi ricavati dalla concessione di queste terre andrebbero per il 50% allo stato, per il 25% al paese dov'è localizzato lo specifico progetto, e per il 25% a un fondo federale per lo sviluppo della geotermia.

Grazie al cielo, sembra che parchi nazionali e riserve rimarranno zone off-limit per queste future installazioni.

Fonte | TreeHugger
Foto | saycese

  • shares
  • Mail