Petizione a Dubai per liberare lo squalo balena

squalo_balena

Ci arriva direttamente da Dubai la segnalazione letta su 7Days della petizione su Facebook per liberare una femmina di squalo balena. L'animale è stato infatti pescato e comprato come attrazione per il resort hotel Atlantis Aquarium di Dubai.

Donna Ralph, insegnante 45enne, ha creato il gruppo su Facebook senza immaginare che la vicenda potesse suscitare così grande interesse. Nel momento in cui scriviamo, infatti, si contano più di 9000 iscritti a questo gruppo. La Ralph è preoccupata per l'animale: se ora è lunga 4 metri, nell'età matura dovrebbe raggiungere i 15.

Lo squalo balena, sempre secondo Donna Ralph, viene utilizzato unicamente come attrattiva turistica, e non è poi così lontana l'ipotesi che il resort decida di affiancare un secondo esemplare.

Da parte loro, i responsabili dell'Atlantis Aquarium non hanno rilasciato commenti in merito. C'è da dire che ufficialmente lo squalo balena è "trattenuto" negli 11 milioni di litri di acqua per non meglio precisate "cure mediche". Come fa notare 7Days, però, dopo 40 giorni in cattività lo squalo non è ancora stato liberato.

Al di la del poco valore che hanno questo genere di petizioni, c'è da dire che se non altro i firmatari sono riusciti a creare un "caso", visto che la notizia è stata riportata anche da altri quotidiani della zona del Golfo. I manager dell'Atlantis devono ora decidere se questa è per l'hotel pubblicità positiva vista la notorietà che ha dato, o negativa vista la cattiva nomea che l'hotel si sta facendo. In ogni caso, crediamo noi, la liberazione dello squalo rappresenterebbe un bel gesto.

Qui sotto, un video di presentazione dell'Atlantis Aquarium.

  • shares
  • Mail