La membrana a prova di uragano

UraganoGli Stati Uniti fronteggiano da anni il problema legato agli uragani da sempre protagonisti di veri e propri disastri ambientali. Uno dei sistemi di difesa che è utilizzato con maggior frequenza è quello della cosidetta barriera anti-uragano. In sostanza si tratta di una una membrana autoadesiva, a prova di uragano appunto, da applicare ai muri della abitazioni. La tecnologia è prodotta da un'azienda italiana il cui nome è Polyglass e che conta numerose filiali all'estero.

Il Building Code, ovvero la normativa per le costruzioni per lo Stato della Florida, ne riconosce le sue ottime caratteristiche eccellenti di contrasto alle violente intemperie climatiche. Negli Stati Uniti la tecnologia ha avuto un gran successo, a cominciare dalla Florida e dagli Stati del Sud devastati più volte dai tornado.

La barriera anti-uragano, si apprende dal sito web dell'azienda, è composta da due membrane autoadesive che permettono di contrastare efficacemente gli agenti atmosferici. Viene inoltre riportato che è di facile installazione in quanto auto-adesiva anche se devono essere tenuti in considerazione alcune metodologie di montaggio.

L'azienda Polyglass è leader nella produzione di membrane impermeabilizzanti e sistemi isolanti per l'edilizia, conta cinque stabilimenti e quattrocento addetti, per un fatturato di 120 milioni di euro. Inoltre il prodotto aziendale ha attirato l'interesse della Mapei, uno dei colossi mondiali nella chimica per l'edilizia.

Dal mercato statunitense, nonostante la crisi economica, l'azienda Polyglass sta già avendo grandi soddisfazioni. Il terzo dei suoi stabilimenti infatti, aperto in Florida nel 2006, sta operando a pieno regime ed è in grado di produrre fino a dieci milioni di metri quadrati di materiali impermeabilizzanti ogni anno.

Via | Ilmessaggero.it
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail