Caccia ai lupi grigi, braccio di ferro tra Bush e ambientalisti

grey wolf barkingÈ iniziato un anno fa il braccio di ferro tra l’amministrazione Bush e gli ambientalisti americani, quando il “Fish and Wildlife Service”, su pressione di cacciatori ed allevatori, ha deciso che i lupi grigi non erano più da considerarsi una specie in via di estinzione. Gli animalisti, però, sono riusciti ad ottenere dal Tribunale di Washington un ingiunzione a non riaprire la caccia.

La tregua è durata fino all’annuncio, fatto la scorsa settimana, di un imminente ricorso al divieto. Secondo il Governo, infatti, ormai i lupi sono 350 nel Parco di Yellowstone e 1.500 sulle Montagne Rocciose ed il loro aumento costituirebbe un pericolo per gli allevatori di ovini e bovini.

Ma gli ambientalisti ricordano che la specie è ancora fortemente a rischio, a causa della selezione naturale, delle malattie e della fame, nonché dei cacciatori di frodo. Un quarto degli esemplari, infatti, muore entro il primo anno: su 100 animali che superano i 6 mesi, ne sopravvivono circa 75.

Foto | Thomas Roche

  • shares
  • Mail