Cina, la melammina è anche nelle uova e nella carne

Anche le uova contaminate alla melammina

Si allarga in Cina lo scandalo dei cibi addizionati alla melammina. Dopo il latte (1 neonato su 4 ha bevuto latte contaminato) tocca alle uova: due giorni fa è stata sequestrata una confezione in un supermercato di Hong Kong che ne conteneva circa 4,7 milligrammi per chilo, il doppio del massimo consentito.

Wal-Mart a Pechino ha ritirato tutte le confezioni scusandosi con i suoi clienti. Il timore è che la melammina sia arrivata nelle uova attraverso il mangime dato appunto alle galline. Il che sta facendo presumere che anche altri mangimi destinati ad altri animali possano essere stati contaminati.

Il Centro per la sicurezza alimentare ha chiesto che la vendita sia sospesa in tutti i supermercati per le uova le uova distribuite da Hanwei Poultry Co. di Dalian (Liaoning) che esporta in Giappone, Russia ed Europa.

York Chow, Segretario del Food and Health di Hong Kong ha detto che il 60% delle uova vendute a Hong Kong sono importate dalla Cina- e che si consumano una media di 1,6 miliardi di uova ogni anno o circa 230 uova per persona.

Chen Jingming, allevatore di polli ha spiegato che il mais ha raggiunto prezzi esorbitanti, aumentando del 70% e così in molti si sono rivolti a mangimi più economici e addizionati illegalmente con la melammina. E ha aggiunto che dal momento che sono state contaminate le uova, allora è possibile che lo siano anche prodotti a base di carne.

Via | Asianews, epochtimes
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: