Facebook è energeticamente dispendioso

FacebookIl fenomeno del momento è Facebook, ovvero il programma della società fondata da Mark Zuckerberg, che ultimamente sta spopolando nel web. Ma cos'è questo Facebook di cui tutti parlano? Altro non è che un social network con diversi milioni di iscritti dov'è possibile incontrare nuove persone, rimanare in contatto con vecchi amici e che, nell'ultimo periodo, ha visto sempre più persone mettere il proprio nome, condividere foto, scambiare informazioni.

La crescita esponenziale di questo fenomeno sociale starebbe però provocando alcuni problemi di insostenibilità energetico-ambientale. Sembrerebbe infatti che la società di Zuckerberg si trovi costretta a pagare addirittura un milione di dollari di bolletta energetica al mese per il mantenimento del network, con dei costi enormemente moltiplicati dato il numero di utenti sempre più numeroso.

Facebook quindi, dato il numero crescente di utenti, diventa sempre più complesso e dispendioso da mantenere. Infatti costi energetici così alti si traducono in un serio problema di emissioni atmosferiche prodotte dalle centrali elettriche, in gran parte alimentate, come sappiamo, dai combustibili fossili.

Letto in questa maniera sembrebbe che una delle nostre gioie più belle del mondo virtuale si trasformi di colpo in un terribile nemico. E voi, alla luce di questa notizia, cosa ne pensate? Credete che un network del genere, per quanto geniale e di successo, non abbia senso di esistere dati i suoi costi esorbitanti in termini di consumo? O ritenete sia comunque, a prescindere da tutto, uno strumento sociale ormai indispensabile e praticamente irrinunciabile?

Via | Elpais.es
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
19 commenti Aggiorna
Ordina: