Discarica di Chiaiano, sopralluogo della magistratura: trovate vasche con eternit e amianto

Avvisi contro l'amiantoTra qualche mese il Sottosegretario Guido Bertolaso avrebbe voluto dare l'avvio al primo lotto della discarica di Chiaiano, ma un blitz della magistratura coordinato dal pm Antonio D’Alessio e voluto dal procuratore di Napoli Giovandomenico Lepore, ha portato alla luce quello che il Generale Giannini, braccio operativo di Bertolaso, già conosceva da qualche giorno: in quattro vasche della Cava del Poligono sono interrati amianto e eternit. In altre vasche è stato trovato materiale non ancora identificato al vaglio dei tecnici dell'Arpac per un totale di circa 10mila tonnellate di rifiuti.

Ha detto il Generale Giannini:

Da mesi i cittadini di quel quartiere ci dicono che vogliono difendere dalle nostre ruspe il loro Parco delle colline, il loro verde. Noi andiamo lì e che cosa troviamo sotto il presunto verde? Ben 10 mila tonnellate di amianto e vari rifiuti pericolosi. Alcuni, si badi, conservati in alcuni sacchi con etichetta Enel. Ora mi chiedo: i cittadini, e soprattutto gli accademici, i vari Ortolani e de Medici, che sostengono la protesta, dov'erano quando si seppellivano questi veleni?


Non fa attendere la sua risposta il Prof. Franco Ortolani che scrive:

Basta leggere i dossier di Legambiente, come ad esempio quello del 1994, per verificare che accuse documentate sono state ripetutamente, e inutilmente, poste all’attenzione dei rappresentanti delle Istituzioni Pubbliche che devono tutelare l’ambiente anche dagli ecocrimini. Come ha detto il presidente di Legambiente Campania, è stato proprio lo Stato ad essere assente per troppi anni nelle terre di Biutiful Cauntri.

E in mezzo ci stanno i cittadini che da anni denunciano, senza essere ascoltati, che nella Cava di Chiaiano è necessario prima fare una bonifica e poi piantarci alberi:

E’ successo quello che avevamo sempre detto: nelle cave della Selva di Chiaiano sono stati sversati in passato rifiuti tossici pericolosi !!! Ci chiediamo se questi benedetti carotaggi siano stati fatti davvero oppure no. In che modo sono stati effettuati. Ma soprattutto quanti altri veleni nascondono nel ventre della cava ? Noi chiediamo che si fermino subito i lavori di allestimento della discarica e che si proceda ad una indagine minuziosa dell’area. Chiediamo con forza che si provveda ad una completa e radicale bonifica della zona per resitituire un minimo di compatibilita’ all’aria che respiriamo. Dobbiamo imporre con la mobilitazione che si rinunci definitivamente all’idea di costruire una discarica da 700 mila tonnellate di rifiuti secondo il disegno criminale di Bassolino - Berlusconi - Bertolaso. Il presidio permanente proclama la mobilitazione generale con la campagna “Nessuna discarica ! Bonifica di tutto il territorio! ” , per questo facciamo appello a tutti a mobilitarsi proprio ora che il governo ed il commissariato sono in difficolta’, proprio ora che con il ritrovamento di amianto nella cava i lavori possono concretamente essere bloccati.

E per sabato 8 ottobre è stata indetta una manifestazione a Marano per chiedere l'immediata bonifica di tutto il territorio.

Via | Chiaianodiscarica, Il Mattino, 5 novembre 2008 pag. 38
Foto | Chiaianodiscarica

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: