L'UEFA da il suo contributo contro il riscaldamento globale

Partita di calcioIl calcio, uno degli sport più popolari al mondo, decide di dare una mano all’ambiente. Già tempo fa venne trattato su Ecoblog di alcune sporadiche iniziative ambientali portate avanti da alcune società calcistiche nostrane. Questa volta però a far parlare di se su questo argomento è addirittura l’UEFA, ovvero il massimo organismo federale del vecchio continente.

La federazione Europea ha deciso di dare il proprio contributo nella lotta ai cambiamenti climatici cercando di ridurre l’impatto ambientale causato dai viaggi aerei delle proprie squadre di calcio. Tale proposta di riduzione delle emissioni, della durata di un anno, ha ricevuto il via libera al recente meeting del Comitato Esecutivo UEFA di Bordeaux.

La principale fonte di gas serra UEFA sono i viaggi aerei effettuati dalle società calcistiche affiliate. Secondo dati riportati dall’organismo, i voli del 2007 hanno avuto un impatto di 20.617,811 tonnellate equivalenti di anidride carbonica. La proposta è quella di ridurre quest’impatto, nel 2009, principalmente con l'acquisto di crediti per energie rinnovabili riconosciuti a livello internazionale.

Quella dell’UEFA è un azione volontaria effettuata in collaborazione con l'agenzia di gestione delle emissioni carboniche Climate Friendly che è un membro fondatore dell'International Carbon Reduction and Offset Alliance (ICROA) che a sua volta lavora con il WWF per compensare le emissioni causate dai voli dell'organizzazione.

Sarà l’UEFA è in grado di compensare i propri danni ambientali? Intanto , attraverso i propri network, l’organismo continentale ha in programma anche la promozione di nuove iniziative ambientali di incoraggiamento a tifosi, a giocatori e al resto della comunità calcistica.

Via | Uefa.com
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail