I funghi ci aiutano a frenare il riscaldamento globale

Funghi contro il global warming. Foto di Hans SNelle foreste del Nord i funghi stanno rallentando il global warming. Questa è l'inaspettata scoperta fatta dai ricercatori della University of California - Irvine. Inaspettata perchè, a rigor di logica se la temperatura si alza, accelera anche il metabolismo dei viventi e quindi ci si sarebbe atteso un'incremento di emissioni di anidride carbonica. Così invece non è.

Infatti i funghi, a seguito dell'innalzamento delle temperature, tendono ad assorbire maggiormente acqua "essiccando" così i tessuti sui quali si alimentano e riducendo la crescita loro e degli altri esseri viventi. Il fenomeno riveste importanza soprattutto nelle foreste del nord Europa ed America in quanto questi terreni sono un importante sito di accumulo di carbonio.

La quantità in essi contenuta è pari ad un terzo del carbonio presente in tutti i terreni del pianeta e se questa massa venisse liberata, in atmosfera giungeremo a livelli di CO2 doppi rispetto agli attuali. Ecco quindi che un simile processo, del tutto inatteso, ci permette di riflettere sulla complessità dei sistemi e fortunatamente, ci consente di avere più tempo per modificare le nostre abitudini e le nostre "economie", sempre che si voglia affrontare il problema.

Via | Today@UCI
Foto | Hans s

  • shares
  • Mail