Fotovoltaico, nuovi pannelli con assorbimento di luce vicino alla perfezione

Le celle solari quasi perfette

Spesso abbiamo parlato su ecoblog delle diverse novità che riguardano i pannelli fotovoltaici. Il maggiore problema di questo genere di energia alternativa è dovuta al fatto che la raccolta di luce non sempre è ottimale per varie cause.

Un gruppo di scienziati americani della Rensselaer Polytechnic Institute, senza proporre soluzioni miracolose ha tirato fuori una scoperta che aumenta considerevolmente la capacità delle celle solari di assorbire la luce ma sopratutto sono pronti a fornire la soluzione all'industria. In pratica hanno sviluppato un nuovo rivestimento antiriflesso che aumenta la quantità di luce catturata da pannelli solari e consente ai pannelli di assorbire l'intero spettro luminoso da quasi ogni angolo.

Ora l'invenzione è stata spostata dal mondo accademico al mondo della produzione per realizzarla su larga scala tenendo conto sia dell'efficienza, sia della convenienza.

Una cella solare non trattata assorbe il 67,4% di luce e ciò vuol dire che circa 1/3 della luce si riflette e dunque questa condizione è di per se antieconomica. Dopo che la superficie delle celle è stata trattata con la copertura anti riflesso costituita da nanoparticelle, queste sono in grado di assorbire il 96,21% di luce che vi arriva sopra e ciò significa che ne resta fuori solo un 3,79%. E questo rappresenta un enorme guadagno in termini di assorbimento considerato che ha riguardato l'intero spettro della luce solare: UV e infrarossi e ciò inizia a renderel'energia solare altamente conveniente.

La copertura consente, inoltre, di non tenere conto della posizione del sole nel cielo, poichè la luce viene catturata quasi completamente. La copertura è composta da sette strati, ciascuno con una altezza da 50 nanometri a 100 nanometri, sono costituiti da diossido di silicio e diossido di titanio posizionati ad angolo obliquo- ogni strato funziona come una fitta foresta che "cattura" tra gli alberi la luce del sole.

Lo studio è durato un anno e i suoi risultati sono stati mostrati nel documento Realization of a Near Perfect Antireflection Coating for Silicon Solar Energy, pubblicato sulla rivista Optics Letters eil finanziamento è stato fornito dall' U.S. Department of Energy’s Office of Basic Energy Sciences, e dall' U.S. Air Force Office of Scientific Research.

Via |Physorg

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: