Torcia al plasma: ci cascano anche gli americani

Bidoni di immondiziaUna compagnia americana, la Geoplasma di Atlanta, "elaborerà" fino a 1.500 tonnellate di rifiuti al giorno con la tecnologia della torcia al plasma, per immettere nella rete elettrica della Florida fino a 60 MW di energia, che, come si scomoda a spiegare Scientific American, sarebbero sufficienti ad alimentare circa 50.000 abitazioni.

Su EcoBlog abbiamo già avuto modo di parlare di questa tecnologia che vaporizza i rifiuti indifferenziati con un flusso di gas ad altissima temperatura detto plasma, e che viene venduta come versione pulita dei cosiddetti inceneritori termo-valorizzatori, mentre, come sa chi ci segue, le cose non stanno proprio così.

Con i volumi di spazzatura prodotta nelle società più consumistiche, la generazione di elettricità dai rifiuti è senza dubbio un grosso business, quindi non c'è da stupirsi che la favoletta della vaporizzazione pulita abbia attecchito nel paese più consumista del mondo.

Infatti vicino al confine con Ottawa, anche il Gruppo PlascoEnergy sta costruendo un'altro impianto al plasma, che produrrà 21 MW e, come quello di Geoplasma, si prevede entrerà in funzione per il 2011.

Stupisce che in America non ce li abbiano costruiti prima dei sistemi con torcia al plasma, visto che quello di Geoplasma in Florida sarà il primo ad entrare in funzione nel paese a stelle e strisce.

Via | Scientific American
Foto | isado

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: