Il ritorno del Nucleare in Italia

Centrali nucleariEra il 20 settembre quando il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi dichiarò ufficialmente che entro la primavera del 2009 il governo presenterà un Piano Energetico Nazionale che prevederà anche l’ avvio del nucleare.

Invece è notizia di oggi che "al massimo entro il mese di gennaio l’Italia tornerà al nucleare in modo formale"; lo ha dichiarato l’onorevole Enzo Raisi (PdL), relatore del provvedimento collegato alla Finanziaria che sancirà ufficialmente la cancellazione del referendum del 1987 che era e che è, come tutti i referendum, segno tangibile della volontà popolare, sia pure una volontà di gente allora spaventatissima dal caso di Chernobyl.

Ma allora cosa succederà nei prossimi mesi? Cosa faranno quegli italiani che sono disposti alla disobbedienza civile pur di non veder attivare nuove (e vecchie) centrali? Cosa faranno tutti gli altri cui invece il nucleare piace ma che, vittime della sindrome di Nimby, non lo vogliono dietro casa? Proviamo a immaginarlo insieme con la lettura di un racconto.

Il racconto, che poi racconto non è, lo trovate qui, si intitola "a proposito di nucleare", dalla penna di Sandrone Dazieri, scrittore e sceneggiatore di quelli che lasciano il segno. La sua lettura richiede solo 5 minuti, ma sono 5 minuti di passione e rabbia repressa che pian piano vengono fuori e che alla fine ti colpiscono allo stomaco.

Foto | snaiwedu

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: