Abolizione obbligo certificazione energetica edifici: l'Unione Europea chiede spiegazioni

Etichetta energeticaSu Ecoblog è gia stato trattato qualche mese fa l'argomento relativo al fatto che il governo italiano abbia abrogato alcune norme che prevedevano l'obbligo di certificazione energetica per gli edifici.

Nel particolare l'art. 35 della Legge 133/2008 ha abrogato i commi 3 e 4 dell'articolo 6 ed i commi 8 e 9 dell'articolo 15 del Decreto Legislativo 19 agosto 2005, n. 192, eliminando, di conseguenza l'obbligo di allegare l'attestato di certificazione energetica all'atto di compravendita di unità immobiliari (ma non quello di redigerlo) e, nel caso delle locazioni, di consegnare o mettere a disposizione del conduttore l'attestato di certificazione.

In virtù di questa decisione è intervenuta la Comunità Europea per avere spiegazioni circa il mancato rispetto della direttiva 2002/91/Ce sul rendimento energetico in edilizia.

Il Commissario Europeo sull’energia, Andris Piebalgs, ha fatto intendere che la legge attraverso cui il nostro governo ha abolito l'obbligo di presentazione dell’attestato di certificazione energetica all'atto di compravendita, andrebbe a scontrarsi con le normative imposte dalla Comunità.

In virtù di questo il governo italiano dovrà dare una valida risposta che giustifichi tale operato entro e non oltre sessanta giorni. Vediamo a questo punto quali saranno nei prossimi due mesi le giustificazioni che i nostri rappresentanti sapranno fornire in merito alla questione. Noi di Ecoblog, statene certi, seguiremo l'evolversi dei fatti.

Via | Edilportale.com


  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: