Eolico off-shore: a Termoli non si farà. Ma passa il progetto dell'eolico a terra

Termoli: no agli impianti eolici off-shoreHa vinto il Sindaco Vincenzo Greco: l'impianto eolico off shore a 5 chilometri dalla costa di Termoli non si farà.

Il parere negativo è arrivato qualche settimana fa dalla Soprintendenza ai beni culturali paesaggistici della Regione Molise. La telenovela della battaglia tra le amministrazioni regionali e il Governo viene risolta così con questo parere negativo in base al DM 2 febbraio 1970, per vincolo ambientale della fascia costiera.

Ne parlavo proprio quest'estate con il Sindaco Greco il quale mi spiegava che per Termoli la soluzione della Effeventi, composta da 54 pale eoliche da impiantare a 5 miglia dalla costa, voleva dire per quella zona di territorio molisano la fine del turismo, attività principale.

Parere, però, positivo per l'impianto eolico a terra nei comuni di Montenero di Bisaccia, Guglionesi e Setacciato, sottoposti ai medesimi vincoli ambientali e paesaggistici di Termoli.

Scrive in un comunicato stampa Edoardo Zanchini, responsabile energia e infrastrutture di Legambiente:

Come si spiega questo doppio atteggiamento? Chiediamo ai Ministri Bondi e Scajola di fare chiarezza al riguardo, soprattutto perché l’opposizione nei confronti dell’impianto eolico off shore appare francamente ideologica e concretamente immotivata da un punto di vista paesaggistico. Posizioni di questo tipo da parte degli Enti preposti mette anche a rischio gli obiettivi sottoscritti a livello internazionale dal nostro Paese per la riduzione delle emissioni di CO2 come previsto dal Protocollo di Kyoto e dal Pacchetto Energia e Clima dell’Unione Europea, rispetto ai quali – sottolinea Zanchini - la diffusione delle fonti rinnovabili e l’eolico è essenziale.

Via| Legambiente
Foto | Carboncommentary

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: