Progetto per una miniera di uranio in Groenlandia

Progetti per estrarre uranio in Groenlandia Una compagnia di estrazioni australiana ha annunciato pochi giorni fa di avere in cantiere un progetto per aprire una enorme miniera di uranio in Groenlandia. E qual è la notizia? Che in Groenlandia questa attività è stata vietata più di venti anni fa, e quindi questo progetto preoccupa non poco gli ambientalisti. Sia per l'impatto ambientale in una regione delicata e già gravemente minacciata dai cambiamenti climatici, sia per l'impennarsi della corsa al nucleare, che a quanto pare sta riprendendo non solo da noi.

La notizia mi arriva da una mailing list Anti-nuclear di cui fanno parte ricercatori e ambientalisti provenienti soprattutto dei paesi del nord europa. La persona che ha fatto la segnalazione ha allegato articoli in danese, ma non ho trovato niente in lingue a me più comprensibili. Però, cercando su internet la “Greenland Minerals and Energy”, la compagnia australiana in questione che per l'occasione ha cambiato nome, in effetti oltre ai progetti in Australia sbandiera questo "grandioso progetto" in Groenlandia.

Il progetto riguarda la piccola città di Narsaq, nel sud della Groenlandia. La compagnia ha ottenuto la licenza per fare indagini in un'area di 82 kmq per studiare tre intrusioni rocciose e il contentuo di uranio, litio, berillio, zirconio e elementi rari. Una licenza per una attività di estrazione illegale? "Ni", perchè nei prossimi giorni il governo ha messo in programma la discussione di togliere questo divieto (dopo aver già dato l'incarico), causando ovviamente le proteste della popolazione, preoccupate anche per l'impatto sull'economia della zona, basata su pesca e turismo.

Foto | nick_russill

  • shares
  • Mail