I Paesi africani seguiranno una linea comune nella lotta ai cambiamenti climatici

Riscaldamento globaleL'Africa seguirà nei prossimi appuntamenti internazionali sui cambiamenti climatici una linea comune. A ufficializzare la presa di posizione è stata "La Dichiarazione di Algeri", un documento comune che permetterà ai Paesi africani di formare un'unica grande squadra già dal prossimo appuntamento sul clima di Copenhagen. Tale dichiarazione è stata approvata da circa quaranta ministri dell'Ambiente del continente al termine di una conferenza tenutasi nella capitale algerina.

Il documento, nello specifico, è in sostanza una guida comune per tutta una serie di temi di tipo ambientale che vanno dalla richiesta di finanziamenti che garantiscano trasferimento tecnologico sino alla creazione di un protocollo che prenda in considerazione le preoccupazioni del continente africano come il fenomeno delle migrazioni derivate dal degrado ambientale.

Fra i temi considerati vi sono inoltre quello della lotta alla desertificazione, la protezione delle foreste, soluzioni per combattere l'erosione delle coste dovuto all'innalzamento del livello del mare, la protezione della biodiversità dell'acqua e del suolo e la creazione di un piano triennale per lo sviluppo delle energie rinnovabili.

Per i Paesi africani si tratta di un importante strumento per dar finalmente voce alle loro leggittime richieste, basti infatti considerare che gli stessi sono tutti insieme responsabili di appena il 7,5% delle emissioni di gas serra. Nonostante ciò il continente è fra le zone del globo esposta maggiormente agli effetti del riscaldamento globale. A tal proposito ci si augura che la Dichiarazione di Algeri possa davvero essere una soluzione interessante per risolvere i problemi dei Paesi africani.

Via | Ecosfera.publico.it
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail