Lombardia, al via il bike sharing. Ma le piste ciclabili, chi le ha viste?

Dal 28 novembre saranno disponibili per i milanesi 800 biciclette e 65 rastrelliere dislocate all’interno della cerchia dei Bastioni, nei pressi di fermate di bus, tram e metro con abbonamento annuale da 25 euro prenotabile dal sito Bikemi. Insomma Milano come molte altre capitali europee in quanto a mobilità sostenibile e a bike sharing.

Bene, direte, e il problema dove sta? Secondo Eugenio Galli presidente Fiab Ciclobby mancherebbero, per completare il progetto, proprio le piste ciclabili. Dice infatti:

Nel giorno in cui viene presentato alla stampa il nuovo servizio di bike sharing del Comune di Milano (BikeMi), che prende il via ufficialmente il prossimo 24 novembre e la cui campagna di raccolta abbonamenti è partita con buoni numeri a inizio settimana, da Palazzo Marino arriva, in modo del tutto incidentale, anche la notizia che il Piano della Mobilità Ciclistica non passerà come documento della Giunta, bensì resterà come mero atto interno di indirizzo, del tutto informale, mentre sindaco e assessori si limiteranno ad esaminare e approvare di volta in volta i singoli provvedimenti attuativi.

E dunque i milanesi le bici dove le muoveranno?

Via | Biciclopedia, ciclobby, soldiblog

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: