Nuova direttiva Europea sui rifiuti: nasce il concetto di sottoprodotto

Raccolta differenziataÈ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Europea L312 del 22 novembre 2008 la direttiva 2008/98/Ce del 19 novembre 2008 relativa ai rifiuti e che sancisce nuove regole in materia in Europa.

Un punto interessante è la definizione specifica del concetto di sottoprodotto e quella sui criteri per considerare un prodotto come rifiuto o meno. La nuova direttiva definisce il concetto di rifiuto come "qualsiasi sostanza od oggetto di cui il detentore si disfi o abbia l'intenzione o l'obbligo di disfarsi".

Valutando attentamente il documento emerge che, per quel che riguarda il concetto di sottoprodotto, la definizione è differente rispetto a quella di "rifiuto". Ogni sottoprodotto è considerato tale se vengono soddisfatte le seguenti condizioni:


  • Deve essere certo che la sostanza sarà ulteriormente utilizzata.

  • La sostanza o l'oggetto può essere utilizzata direttamente senza alcun ulteriore trattamento diverso dalla normale pratica industriale.
  • L'utilizzo deve soddisfare tutti i requisiti pertinenti riguardanti la protezione della salute e dell'ambiente.

Altro concetto interessante è quello di "prodotto recuperabile". Questo infatti non viene più considerato rifiuto qualora sia sottoposto ad un operazione di recupero, come il riciclaggio, e soddisfi criteri specifici. Fra questi per esempio l'esistenza di un mercato o il rispetto per i requisiti e gli standard prefissati per ogni singolo prodotto.

Riduzione, raccolta differenziata, riutilizzo e riciclaggio sono le principali linee guida per stimare un prodotto come rifiuto, sottoprodotto o prodotto recuperabile.

Via | Ilsole24ore.com
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail