La Smart fa il pieno di elettricità dall'Enel

Come segnalato dagli amici di Autoblog, è stato firmato l'accordo tra Enel e Smart (gruppo Daimler) per la sperimentazione dell'auto elettrica e della rete di stazioni di ricarica. Il progetto denominato e-mobility Italy, partirà a ottobre 2009, mentre le auto arriveranno sulle strade nel 2010. Daimler ci metterà 100 Smart a batteria a Roma, Pisa e Milano, mentre Enel si occuperà dell'infrastruttura necessaria, costruendo 400 punti di ricarica. L'infrastruttura consentirà, inoltre, agli automobilisti iscritti a e-mobility Italy di conoscere la posizione dei punti di ricarica liberi.

Dal punto di vista delle emissioni, l’energia elettrica alle centraline di ricarica sarà certificata RECS (Renewable Energy Certificate System) uno standard europeo di energia "verde", istituito per finanziare lo sviluppo delle fonti rinnovabili, cui hanno aderito oltre un milione di clienti in Italia. Enel promette notevoli risparmi economici, evidenziando che, con un'auto elettrica, 10 euro bastano per percorrere 280 km, contro i 120 km di un'auto a benzina.

Dopo aver accolto con piacere (ed anche un po di invidia) i progetti in Francia e Germania, ci rallegriamo di questa iniziativa, che potrebbe rappresentare l'inizio di una mobilità elettrica condivisa (le auto saranno inizialmente in car sharing) nelle nostre città, oltre a contrastare la crisi dell'industria automobilistica (-29% a novembre). Rimane da verificare la sostenibilità economica dell'intera operazione (obiettivo della fase sperimentale). Da notare, infine, che un rapporto di 1 a 4 tra vetture e stazioni di ricarica appare, quantomeno, contro intuitivo.

Via | Enel
Foto | thingermejig

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: