Latte alla spina, si diffonde la paura per contaminazione da Escherichia Coli

Latte crudoIl Ministero della Salute, quello del Welfare e l'Istituto superiore di Sanità stanno pensando di porre un freno alla distribuzione del latte alla spina.

All'indice l'uso del latte: non tutti sanno che essendo crudo va comunque pastorizzato, facendolo bollire per cinque minuti, prima di essere consumato.
Nella conferenza stampa che si è tenuta stamane presso il Ministero del Welfare sono stati denunciati circa 40 casi di sindrome emolitica-uremica (SEU).

Ha detto Francesca Martini Sottosegretario alla Salute:

Abbiamo avviato un'indagine a tappeto per avere stime precise sui distributori, dato che sono stati segnalati alcuni casi di sindrome emolitica-uremica in bambini che avevano consumato questo alimento poco prima di sentirsi male.

E il Sottosegretario Martini pensa che la prima soluzuione da adottare sarà una campagna informativa a tappeto sull'uso del latte crudo e la necessaria dicitura sulle macchinette erogatrici: " Da consumare previa bollitura".

Spiega Silvio Borrello, direttore generale Sicurezza alimentare e nutrizione del ministero del Welfare:

Secondo i dati dell'Istituto superiore di sanità nel 2007 sono stati tre i casi sospetti e nel 2008 sei, probabilmente causati dal batterio E.coli che puó essere presente nel latte non pastorizzato. Un numero minore rispetto ai 30-40 casi segnalati nei giorni scorsi.

Ha dichiarato Primo Mastrantoni, Segretario ADUC (Associazione per i diritti degli utenti consumatori):

Abbiamo impiegato decenni per ottenere un latte esente da batteri nocivi per la salute umana e la moda del "naturale" ci riporta indietro di un secolo. Ovvio che si puo' bere latte crudo ma i bovini, le stalle, la mungitura e la conservazione devono essere a prova di igiene. Risultato? Le infezioni denunciate in questi giorni non garantiscono, visto che alcuni bambini sono stati infettati da un batterio, l'Escherichia Coli, che vive nell'intestino degli animali ed e' presente nelle deiezioni e nel letame. Allora e' meglio bere latte pastorizzato (con eliminazione dei microrganismi patogeni) e da agricoltura biologica. Se proprio si vuole bere latte crudo, allora si puo' ricorrere ai vecchi sistemi quali la bollitura per 5 minuti. Insomma, un po' di buon senso non guasterebbe, considerato che viviamo in un Paese nordafricano con tutto quel che ne consegue.

Via | Irispress, ADUC
Foto | Ecoblog

  • shares
  • Mail
24 commenti Aggiorna
Ordina: