Condono edilizio, slitta al 31 dicembre in Sicilia e Campania. Lo scempio continua

Case abbandonate al centro di Palermo Le proroghe delle proroghe delle proroghe: et voilà chi deve farsi condonare la costruzione abusiva in molti comuni della Sicilia o della Campania è servito: le domande possono essere presentate finbo al 31 dicembre prossimo.

La legge 326 del 24-11-2003 Governo Berlusconi che attualmente regolamenta il condono edilizio è stata rispolverata dalla Regione Sicilia e da alcuni comuni della Campania. Gli amministratori locali hanno infatti deciso di lasciare una porta aperta agli abusivi ed agli euro che incasseranno. Lo scempio durerà fino 31 dicembre, sempre nel caso in cui non ci sia una ulteriore proroga della proroga, ovviamente.

A Rosolini, in provincia di Ragusa Siracusa, hanno fatto di più: un bell'accordo tra il Comune e la Bcc (Banca credito cooperativo) di Pachino per prestare i soldi a chi deve versare la tasse per il condono.

Afferma responsabile del servizio Urbanistica, geom. Giuseppe Santacroce:

Il Comune, da una stima approssimativa, dovrebbe incamerare 800 mila euro provenienti dalle 800 pratiche rimaste da definire, sulle 2.200 iniziali. Nel bilancio 2008 sono stati previsti 800 mila euro alla voce oneri di urbanizzazione, ossia gli introiti derivanti dalla sanatoria, di cui circa 400 mila già incassati. Ulteriori somme saranno inserite nello strumento finanziario del 2009.

In Campania, in pole position il Comune di Napoli, che non va neanche troppo per il sottile se il condono riguarda vincoli paesistici, come spiega l'Assessore all'edilizia Felice Laudadio:

Sono oltre 25 mila le domande presentate, novemila i permessi già dati di costruire in sanatoria nelle zone non vincolate. Incassati, per ora, 53 milioni di euro. Non mancano le difficoltà: per le zone con vincolo paesistico stiamo concertando con la Soprintendenza le modalità d´esercizio da seguire. E stiamo studiando soluzioni anche per i vincoli sopravvenuti dopo la presentazione delle domande.

Il comune di Procida, invece, si anticipa e proroga le presentazione delle pratiche di condono al 31 dicembre 2009.

Via | pachinos, patrimoniosos, Procida-Blogolandia, quotidianocasa, Comune di Napoli
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: