Rizziconi, morti 800 cani per annegamento: aperta un'inchiesta ministeriale

Scusate se evito di mettere una foto a questo post , ma davvero non so se ve ne sia una adatta per descrivere la tragedia e l'orrore degli 800 cani deceduti a causa dello strariparmento del fiume Petrace, l'altro giorno, dopo che il canile Dolly Dog (dove peraltro erano molto ben tenuti) è stato invaso dalla melma e dall'acqua a Rizziconi in provincia di Reggio Calabria.

Ora il Sottosegretario al Lavoro Salute e Politiche sociali, Francesca Martini ha annunciato l'apertura di un inchiesta per capire chi sia (o siano) il responsabile di questa strage:

Chiedo subito un piano di revisione per la sicurezza dei canili, una mappatura delle strutture per porre rimedio laddove sono state costruite in riva ai fiumi e d evitare che altre possano sorgere lungo i corsi d’acqua. Ringrazio Guido Bertolaso e i veterinari della Protezione Civile con i quali abbiamo seguito gli interventi per evitare il peggio nei canili romani in questi giorni di piena. Ma resta il fatto che il grave episodio in provincia di Reggio Calabria, con il decesso per annegamento di una miriade di piccoli indifesi, ci impone di intervenire per il futuro, anzi, già ora per il presente, con un’indagine del ministero e dei Nas.

I 270 cani sopravvissuti sono stati trasferiti nei canili vicini ma i volontari e i vigili del fuoco che sono intervenuti tempestivamente, senza però poter fare granché hanno denunciato che nessuno della Protezione civile è intervenuto per fermare la strafe dei poveri animali. Hanno contattato chiunque,dalla Prefettura alla Regione, ma nessuno li ha aiutati. L'indagine ministeriale provvederà a far luce sulle responsabilità.

» La cronaca e le foto della tragedia (solo se siete forti)

Via | Chiliamacisegua

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: