Ennesima uccisione di un orso bruno marsicano

orso brunoL’ennesima uccisione di un orso marsicano, l’ottava negli ultimi 18 mesi, si è verificata negli scorsi giorni a Corvaro di Borgorose, nella riserva naturale “Montagne della Duchessa”, tra Lazio e Abruzzo. Una vera strage, considerando che gli esemplari di questa specie che vivono in libertà sono tra i cinquanta ed i sessanta.

Per adesso, gli esami hanno escluso la presenza di traumi o ferite d’arma da fuoco o da laccio, nonché di lesioni riconducibili a malattie infettive. Da quanto si legge nel comunicato della Riserva, infatti, le indagini si “stanno indirizzando alla ricerca di cause di morte determinate dalla eventuale ingestione di sostanze tossiche”.

Immediata è stata la reazione delle associazioni ambientaliste, che lamentano gli scarsi controlli sul territorio e chiedono al ministero dell'Ambiente e agli enti locali, il rafforzamento delle regole a tutela di questi animali, straordinario simbolo della nostra biodiversità.

Foto | scriS

  • shares
  • Mail