General Motors, Ford e Chrysler verranno salvate dal governo americano

Auto americanaDelle difficoltà dell'industria automobilistica americana abbiamo già parlato altre volte su Ecoblog. A tal proposito è notizia di oggi quella dell'arrivo di un "salvagente economico" che permetterà di dare respiro al settore. Infatti i tre colossi statunitensi in più gravi difficoltà economiche, ovvero General Motors, Ford e Chrysler, riceveranno 13,4 miliardi di dollari dal governo americano per poter continuare a sopravvivere.

I fondi arriveranno dal piano salva finanza da 700 miliardi di dollari. Secondo quanto stabilito, i costruttori dovranno impegnarsi a creare le condizioni sufficienti per competere con le case automobilistiche straniere entro la fine del 2009. Se entro tale data le stesse case automobilistiche non dimostreranno una sostenibilità finanziaria sufficiente il prestito ponte verrà ripreso dallo Stato. Ma quali sono le condizioni per reggere la concorrenza con i mercati stranieri?

Al momento non è trapelata alcuna notizia circa le prossime mosse delle aziende in questione, anche se mi sembra giusto ricordare come solo qualche mese fa, alcuni manager delle suddette aziende dichiararono che la chiave d'uscita dalla crisi doveva essere quella di puntare alla commercializzazione di autoveicoli ambientalmente più sostenibili e meno dipendenti al petrolio.

A tal proposito venne sottolineato come un passaggio del mercato a veicoli più puliti avrebbe implicato l'aiuto dello Stato americano sotto forma di grossi prestiti economici. Le richieste dei costruttori sembrano siano state soddisfatte, stiamo a vedere a questo punto se gli stessi saranno capaci di gettare le basi per avviare la tanto sospirata "rivoluzione verde" nell'industria automobilistica americana.

Via | Corriere.it
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: