UE: nuovo regolamento per ridurre lo stand-by

Stand bySu Ecoblog abbiamo già parlato di di iniziative e tecnologie volte alla riduzione dei consumi legati allo stand by. A tal proposito è notizia di questi giorni come la Commissione Europea abbia appena adottato un regolamento sulla progettazione ecocompatibile volto a ridurre il consumo energetico in modalità stand-by a tutti gli elettrodomestici e prodotti elettronici per ufficio. Il regolamento stabilisce nuovi requisiti di efficienza energetica che permetteranno di ridurre il consumo di energia elettrica di quasi il 75% entro il 2020.

In sostanza dal 2010 il consumo energetico in modalità standby di nuovi prodotti dovrà essere inferiore a 1 watt o 2 watt. Questi valori saranno ridotti nel 2013 a 0,5 Watt e 1 watt, approssimandosi così ai livelli raggiungibili con la migliore tecnologia disponibile. La misura, secondo il Commissario dell'Energia Piebalgs, consentirà ai cittadini europei di risparmiare miliardi di euro e di evitare milioni di tonnellate di emissioni di CO2.

Il 7 luglio scorso, i rappresentanti degli Stati membri che costituiscono il comitato di regolamentazione sulla progettazione ecocompatibile, hanno approvato la proposta della Commissione per un regolamento in grado di ridurre il consumo di energia degli apparecchi domestici e dei prodotti per ufficio. Quindi la proposta è stata inviata al Parlamento europeo per la consultazione e la Commissione l'ha ora adottata in via formale, l'ultimo passo della procedura.

Secondo dati della Commissione Europea i prodotti in modalità stand by nel vecchio continente consumerebbero circa 50 TWh di energia elettrica all'anno all'interno della Comunità stessa. I risparmi generati sarebbero paragonabili al consumo di elettricità annuale della Danimarca e corrisponderebbero a circa 14 Mt di emissioni di CO2 evitate.

Via | Panorama.it
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: