Vietato l’uso e la detenzione di esche e bocconi avvelenati

dog eatingIl ministero del Welfare ha reso noto che è stata firmata un'ordinanza per il divieto di utilizzo e di detenzione di esche o bocconi avvelenati. La decisione di inasprire le norme su questo tema è derivata dal "dilagare del fenomeno dell'uccisione e del maltrattamento di animali attraverso la disseminazione nell'ambiente di esche o bocconi avvelenati, che rappresentano un serio rischio per la popolazione umana, in particolare per i bambini, e per l'ambiente".

L'utilizzo di bocconi avvelenati, infatti, può avere non solo conseguenze nefaste per gli animali che se ne cibano, ma può portare a serie conseguenze per la salute dell’uomo, soprattutto dei bambini che possono venirne accidentalmente in contatto.

Per questo motivo l’ordinanza “vieta di utilizzare in modo improprio, di preparare, miscelare e abbandonare esche e bocconi avvelenati o contenenti sostanze tossiche o nocivi, compresi plastiche e metalli". Sono, inoltre, proibiti la "la detenzione, l'utilizzo e l'abbandono di qualsiasi alimento preparato in maniera tale da poter causare intossicazioni o lesioni a chi le ingerisce".

Foto | maxedaperture

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: