Ripartono gli incentivi per convertire gli autoveicoli a GPL o Metano

Motore auto metanoAnche per il 2009 tornano gli incentivi statali per convertire gli autoveicoli al Gpl o al Metano gli autoveicoli. Il fondo è stato messo messo a disposizione dal Ministero dello Sviluppo Economico ed è di circa 102 milioni di euro. Hanno diritto al contributo le persone che decidono di trasformare il proprio autoveicolo a Gpl o Metano presso un operatore che abbia aderito all’iniziativa di incentivazione, la cui lista è disponibile on-line.

L’ammontare del contributo è identico a quello dello scorso anno, ovvero di 350 euro per la conversione a Gpl e di 500 per quella a metano. Gli autoveicoli oggetto dell’incentivazione sono gli M1 (trasporto di persone, aventi al massimo otto posti a sedere oltre al sedile del conducente) e gli N1 (trasporto merci, aventi massa massima non superiore a 3,5 t) appartenenti a qualsiasi categoria Euro.

Rientrano tra gli autoveicoli aventi diritto anche quelli acquistati nuovi dal concessionario già equipaggiati a Gpl o a metano, ma non omologati per quel che riguarda il gas anche dal costruttore. I contributo viene detratto direttamente in fattura dall’officina di installazione o dal concessionario.

Per le trasformazioni è stato anche adottato un listino prezzi massimi al pubblico che le officine aderenti si impegnano a non superare. L’incentivo viene assegnato in ordine cronologico di prenotazione, ottenendo così l’impegno dell’importo corrispondente.

Via | Ecogas.it
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail