Volete la TAV? NI

NI TAV
Alle prossime elezioni voterò Verdi... francesi.
Su Radio24 ho ascoltato un intervento dei Verdi francesi in merito alla TAV: se c'è una protesta vuol dire che ci sono dei problemi i quali vanno analizzati e risolti. Ma è necessario dal punto di vista ecologico portare il trasporto persone/merci da gomma a rotaia

Su CorSera ho trovato un'altra parte dell'intervista: Cari italiani, in questo modo firmate la vostra condanna: camion e inquinamento soffocheranno la vostra valle, quello che conta è battersi per fare bene le cose. Un conto è essere esigenti e un conto è dire no a priori a un'opera importante come la Torino-Lione

Il WWF corregge il tiro:
Più ferrovie, meno gomma? L'obiettivo che accomuna gli ambientalisti di ogni sottospecie, secondo il Wwf non c'entra con l'Av. La ripartizione fra i due tipi di trasporto ne verrebbe influenzata solo marginalmente. La gran parte della rete ferroviaria rimarrebbe inadeguata ad attrarre passeggeri: in Italia "su 16.146 km solo 5.603 sono a doppio binario ed elettrificati", poco più di un terzo dei francesi e meno della metà dei tedeschi. La velocità commerciale dei treni italiani, nota il dossier, è risalita "solo intorno al 1970", al livello del 1939. In seguito, però, è tornata ad abbassarsi. La completa realizzazione del piano Av, pur se riuscisse a superare gli ostacoli finanziari, riguarderebbe meno del 10 per cento della rete. "Circa il passaggio dal semplice al doppio binario", aggiunge il Wwf, "si è avuto un aumento solo del 7,1 per cento in oltre trent'anni" continua...

Come se non bastasse invece di affrontare il problema parleremo di scritte sui muri e scontri con la polizia.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: