Firenze, che fine fa l'energia in surplus prodotta dalla colonnina fotovoltaica?

colonnina elettrica Qualche giorno fa ho pubblicato il post relativo all'iniziativa del Comune di Firenze di installare (tra le altre) una colonnina elettrica per ricaricare moto e scooter alimentata da pannelli fotovoltaici.

Tob mi chiedeva nei commenti:

Se non ci sono motorini fermi a fare il pieno l’energia prodotta dai pannelli viene sprecata?

Gentile Tob,
Ho dovuto attendere un po' di giorni prima di rispondere poiché l'ufficio Mobilità del Comune di Firenze, è aperto solo il mercoledì e il giovedì dalle 8,30 alle 11,00. Dunque ho telefonato e dopo aver posto la domanda a tre funzionari che non avevano risposte in merito, sono riuscita a parlare con il dott. Paolo Melli dell'Ufficio tecnico illuminazione pubblica il quale mi ha spiegato che i pannelli fotovoltaici installati sul tetto del mercato di Sant’Ambrogio erogano 1,5 KWh, dunque una fonte irrisoria di energia per poter pensare ad uno scambio sul posto.

"Teoricamente è possibile pensare a parcheggi coperti e a installazioni sul tetto di pannelli fotovoltaici- mi dice il dott. Melli- e sulla base di una buona erogazione pensare a utilizzare l'energia prodotta e non destinata ad alimentare i motoveicoli; ma appunto questa colonnina al Mercato Sant'Ambrogio è un primo esperimento che ci aiuta a capire in che direzione dobbiamo andare. Ad esempio potremmo pensare anche a installazioni di pannelli fotovoltaici in periferia per alimentare le colonnine in città e adottare poi uno scambio sul posto per il surplus di energia prodotta. Siamo, come è evidente ancora in una fase sperimentale e infatti proseguiremo su questa strada con l'installazione di una nuova colonnina alimentata da pannelli fotovoltaici in Piazza Libertà".

Foto | Alessandro Ronchi

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: