Nuova regolamentazione europea per i fitofarmaci

L'UE incentiva l'utilizzo dei prodotti chimici e pratiche agricole meno rischiose. Foto timsnellL'Unione Europea ha deciso di porre maggiore attenzione ai prodotti utilizzati in agricoltura. Con la recente normativa 22 sostanze attualmente utilizzate in agricoltura dovranno essere regolamentate a livello nazionale, cercando di rendere minimo il loro impiego ed agevolando, quando possibile, delle alternative ai suddetti composti. Tale normativa è indispensabile a seguito di alcune evidenze scientifiche che mostrano come 14 di queste sostanze modifichino l'equilibrio ormonale umano e quindi verranno vietate.

Sulle altre 8 sostanze non ci sono evidenze scientifiche che ne giustifichino il divieto a livello europeo, tuttavia potranno essere proibite localmente con il recepimento nazionale della normativa entro due anni. Viene inoltre richiesto agli stati membri un maggiore rispetto per l'ambiente e la salute promulgando una serie di comportamenti a loro tutela, ricorrendo alla rotazione colturale ed a pratiche agronomiche volte al risparmio delle risorse idriche.

Seguendo queste linee vengono vietate l'irrorazione aerea dei pesticidi così come l'utilizzo di prodotti fitoiatrici in parchi pubblici e luoghi nei pressi delle scuole (salvo casi speciali). Potranno altresì essere limitate alcune sostanze in zone particolarmente sensibili.

Altro tema riguarda inevitabilmente la tossicità dei prodotti per le api: verranno eseguiti test per verificarne la non tossicità. Via libera invece ai prodotti a basso rischio ed al controllo biologico. Altre novità riguarderanno, nei prossimi mesi la commercializzazione dei pesticidi.

Come è giusto che sia la legislazione sta indirizzandosi verso una maggior salvaguardia dell'ambiente, probabilmente a seguito di una coscienza ambientale rinata o "modaiola". Vedremo come queste linee guida verranno recepite nel nostro paese che rappresenta senza dubbio una delle eccellenze nel settore agricolo-alimentare. La CIA, in un comunicato si dice contenta ma anche preoccupata per le conseguenze di questa normativa sulle rese agricole

Via| IlSole24Ore
Foto | timsnell

  • shares
  • Mail