Mazara del Vallo, acqua avvelenata da nitrati


Visualizzazione ingrandita della mappa

La storia che vi sto per raccontare ha una trama che sembra un romanzo a metà strada tra Erin Brockovich e l'Ultima sentenza di John Grisham. I fatti si svolgono a Mazara del Vallo, in Sicilia, e riguardano una crisi idrica, partita nell'estate del 2006: i tre pozzi che servono i quartieri di Trasmazaro e Tonnarella di Mazara sono contaminati da nitrati e 20mila persone hanno bevuto quell'acqua inquinata per un anno senza che nessuno si sia preso la briga di informarli (Le localizzazioni, in alto, nella mappa).

Scrivono i comitati cittadini nella denuncia inviata proprio un anno fa al Prefetto di Trapani:

Da quella data, infatti, i valori di nitrato presenti nell’acqua potabile prelevata dai pozzi Ramisella 1, Ramisella 2 e Ramisella 3 e distribuita della rete idrica municipale hanno superato il VMA (valore massimo ammissibile) stabilito dal DL 31 del 2001 che fissa tale limite in 50 mg/l. Nonostante tale aumento (giunto in alcuni periodi fino a valori di 117 mg/l in uno dei tre pozzi di interesse) fosse regolarmente certificato periodicamente dall’Arpa, nessun provvedimento è stato adottato dall’Amministrazione Comunale né è stata in alcun modo informata la cittadinanza.


I cittadini sono, giustamente, preoccupati e spaventati: anche se nelle loro abitazioni usano acqua potabile di altra derivazione ( e a volte anche contaminata da gasolio ritrovato nei sylos di erogazione di acqua potabile) che non quella somministrata dalle tubature comunali, sanno che nelle scuole non sono distribuite bottiglie di acqua potabile e che ai panificatori è stato concesso l'uso dell'acqua corrente.

La Regione Sicilia ne è a conoscenza, tanto che nel 2007 il Commissario delegato per l'emergenza bonifiche e tutela delle acque in Sicilia, pubblica il dossier sullo stato delle acque e quelle di Mazara del Vallo risultano tutte inquinate.

Nel frattempo, però, il Sindaco Giorgio Maccaddino ottiene dall'Ispettorato regionale alla Sanità una deroga e i valori di nitrati magicamente si alzano da 50 mg/l a 90 mg/l:

purchè venissero adottate le misure che lo stesso comune indicava per riportare i valori di nitrato entro i parametri fissati dal decreto originale. Tale deroga rimaneva in vigore fino al 31 dicembre del 2007

La deroga è stata poi ulteriormente prorogata al 31 dicembre 2008 mentre nel novembre 2008, l'acqua viene razionata e il Sindaco scrive ai suoi concittadini chiedendo garbatamente di smetterla di bere:

Da alcuni giorni eroghiamo acqua a giorni alterni, per una duplice motivazione: da un lato abbiamo avviato una politica di razionalizzazione delle preziose risorse idriche, che ha lo scopo di abituare tutti noi cittadini a fare un uso responsabile dell’acqua e ad evitare gli sprechi, che purtroppo sono elevati. Dall’altro lato, stiamo affrontando in maniera decisa il problema dei valori di nitrati non a norma nel quartiere Trasmazaro, dando corso alla miscelazione dell’acqua emunta dai nuovi pozzi di contrada Fiumara con quella dei pozzi di Ramisella, per erogare acqua con valori di nitrati sotto la soglia massima consentita dalla legge. Inoltre, siamo stati costretti in questi giorni a fronteggiare ancora l’emergenza guasti e siamo intervenuti prontamente. Ci rivolgiamo ai nostri concittadini per chiedere la piena collaborazione, al fine di evitare gli sprechi di acqua ed abituarsi all’erogazione a giorni alterni. Contiamo di alleviare i disagi in tempi brevi e di superare entro il prossimo mese, in maniera definitiva, il problema dell’alto valore di nitrati nel quartiere Trasmazaro.

Le cause per cui i pozzi sono inquinati sono ancora sconosciute (anche se qualcuno pensa dipenda da un eccessivo uso di pesticidi) tant'è che al Consiglio comunale dello scorso 15 gennaio è stata richiesta al Ministero dell'Ambiente una ispezione per fare chiarezza sulla provenienza degli agenti inquinanti. Intanto le proposte degli amministratori locali vanno dalla ricerca di fondi per l'acquisto di un depuratore, di un dissalatore e dalla trivellazione di nuovi pozzi di acqua potabile da miscelare a quella inquinata.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: