Rane: un'estinzione causata dai gourmet

Le buone forchette stanno uccidendo le rane. Foto di crazyegg95Curioso ed allo stesso tempo sconcertante il monito lanciato dall'Università di Adelaide: le rane stanno scomparendo a causa del loro utilizzo in cucina. Sembrerebbe infatti che la popolazione delle rane selvatiche si sia ridotta a seguito di una "caccia" indiscriminata volta all'alimentazione umana. Chiaramente il problema alla base è la riduzione degli habitat degli anfibi, ma le "buone forchette" ci mettono del loro per peggiorare la situazione.

Le stime dicono che nel mondo annualmente vengono consumate 1 miliardo di rane e non solo nei menù dei ristoranti "a cinque stelle", ma anche in alcune mense scolastiche e, non per ultimo come alimento popolare nella tradizione cinese (ricorderete le immagini dei telegiornali alle olimpiadi). La questione che maggiormente preoccupa è la cecità del mercato delle rane che, come la pesca, sta esaurendo le proprie risorse senza preoccuparsi minimamente del proprio futuro.

L'Indonesia è la maggiore esportatrice di rane e con un consumo interno che varia dalle 2 alle 7 volte la quota di esportazione. Personalmente credo che il problema principale sia la perdita degli habitat, poi chiaramente ogni azione che accentui una situazione critica è estremamente sciocca, specie se consideriamo l'estrema varietà di alimenti che si potrebbe utilizzare. Voi cosa ne dite?

Via | University of Adelaide
Foto | crazyegg95

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: