Obama e i lupi

Il presidente Barack Obama ha bloccato la pubblicazione dei regolamenti federali pianificati dalla precedente amministrazione. Questa azione permetterà alla nuova amministrazione di rivedere alcune decisioni politiche dell’era Bush, come quella di rimuovere i lupi grigi dalla lista delle specie a rischio di estinzione nel Montana, Idaho, Minnesota, Wisconsin e Michigan, e in porzioni di Oregon, Utah, North Dakota, South Dakota, Iowa, Illinois, Indiana, Ohio e dello stato di Washington.

Secondo Michael Robinson del Center for Biological Diversity, “invece di rimuovere le protezioni sui lupi", "nei luoghi isolati dove è finalmente iniziato un ripopolamento dopo le passate persecuzioni", "l'amministrazione Obama dovrebbe sviluppare e implementare un piano di ripopolamento nazionale del lupo grigio che assicuri la sopravvivenza di questi magnifici animali”.

I lupi grigi sono infatti spariti dal 95% del loro habitat naturale storico, inclusi milioni di acri di foreste e parchi nazionali, la cui salute ecologica ha sofferto per l'assenza di questi "motori dell'evoluzione degli ecosistemi naturali" come dice Robinson. E l'amministrazione Bush intendeva toglierli dalla lista delle specie in pericolo in Idaho e Montana, anche se in queste Stati vivono solo 75 coppie di lupi.

Via | Center for biological diversity
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: