Brucia l'Australia: 130 morti carbonizzati. Dice il premier Kevin Rudd: " E' strage"

Sono saliti a 130 i morti carbonizzati a seguito di uno dei più grandi incendi scoppiato in Australia nello stato di Victoria. Attualmente le fiamme sono fuori controllo a causa dei venti forti che si sono alzati in mattinata. I gradi attualmente sono 41 e ovviamente complicano ulteriormente la situazione. Si contano ancora un centinaio di dispersi e le fiamme hanno raso al suolo 30mila ettari di territorio e 750 case.

La polizia sospetta che gli incendi che si sono sviluppati a Gippsland e che hanno causato 19 vittime, siano stati deliberatamente accesi. L'intera città di Marysville, dove ci sono 12 morti è stata considerata una "scena del crimine".
Ha detto il Premier Kevin Rudd, evidentemente scosso:

Che cosa si può dire? Non ci sono altre parole per descrivere quello che è un omicidio di massa.

E le autorità avvisano che il peggio, delle cattive notizie deve ancora arrivare. Dopo il salto la mappa degli incendi.


View Larger Map

Via | The australian news
Mappa | The age.com.au
Foto | Chanthy96

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: