Parte la Settimana Amica del Clima, all'insegna dell'isolamento termico degli edifici

Settimana Amica del Cilma sull'isolamento degli edificiTra qualche giorno sarà il 16 febbraio, che per gli ambientalisti significa l'anniversario dell'entrata in vigore del Protocollo di Kyoto. Ogni anno in questa occasione Legambiente organizza una serie di iniziative a favore del clima e del risparmio energetico. Quest'anno il tema centrale sarà l'isolamento termico ed acustico degli edifici, strumenti per risparmiare energia, soldi ed emissioni in amtosfera di CO2.

La Settimana Amica del Clima parte domani con una miriade di iniziative sparse per il territorio, e per trovare quella più vicina a voi potete consultare le pagine internet della campagna. Oggi è stata presentata a Roma in conferenza stampa alla presenza di Mario Tozzi, testimonial della campagna "Isolando" dedicata, appunto, alla promozione dell'isolamento termico e acustico. Tra le varie iniziative, ricordiamo domenica i banchetti informativi in 200 piazze italiane dove poter recuperare informazioni sugli interventi possibili per l'isolamento di casa propria. Per i calciofili, un'occhio a Juventus-Sampdoria, la partita inizierà con uno striscione inneggiante al risparmio energetico.

Non si parla molto di questo tema come arma contro i cambiamenti climatici, eppure si dovrebbe. Le statistiche ci dicono che le spese per il riscaldamento contribuiscono circa per il 70% alle nostre tasche domestiche, e spendiamo invece solo il 2% per la luce. Non ci si stupisca, visto che i consumi per i condizionatori e il raffrescamento estivo sono aumentati notevolmente, tanto da parificare quelli per il riscaldamento invernale. Le analisi fornite da Isolando poi sono eloquenti, con differenze che variano da nord a sud per ovvi motivi climatici, con un corretto isolamento della casa si può arrivare a risparmiare fino a oltre il 60% dell'energia consumata, della bolletta pagata e delle emissioni di CO2 in atmosfera.

Ovviamente gli interventi sono costosi, anche se, ricordiamocelo, sono tornati in vigore le incentivazioni fiscali del 55% sugli interventi di risparmio energetico negli edifici. A fine mese saranno date disposizioni da parte dell'Agenzia per le Entrate per accedere a questi incentivi. Si tratta sempre di saper aspettare un po' e si verrà ricompensati da una diminuizione delle spese per le bollette, interventi di questo tipo mediamente vengono ammortizzati in un periodo che va dai 2 ai 5 anni.

Secondo il giornalista e divulgatore scientifico Mario Tozzi, come detto testimonial della campagna, questi sono interventi che ognuno può mettere in atto subito e in prima persona e che possono avere una grande rilevanza ambientale. Poi dovranno seguire le ovvie misure a livello di industria o trasporti, ad esempio. "L'uomo ha sempre fatto interventi di questo tipo nella sua storia", ha dichiarato Tozzi, "nello scegliere un luogo dove vivere o costruire una casa ha sempre guardato dove sta il sole, nelle case di qualche secolo fa si vedono finestre più grandi a sud e più piccole a nord ad esempio. E' una sapienza antica che abbiamo perso e dobbiamo ritrovare". Gli ha fatto eco Rossella Muroni, Direttrice di Legambiente, ricordando che "questo tipo di interventi possono anche attivare le imprese e l'economia sul territorio, creando posti di lavoro". Insomma, come diciamo spesso su queste pagine, l'ambiente può fare bene anche al portafoglio.

Via| Legambiente
Foto | Isolando

  • shares
  • Mail